Fandom

Nostradamus Wiki

Biografia di Nostradamus 3

825pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Nostradamus parte seconda Nel 1560, si narra di un altro incontro di Nostradamus con Caterina de' Medici, all'epoca

completamente immersa nell'ambiente del occultismo. Avrebbero eseguito un esperimento 
Màgico, con un misterioso specchio "Kaptotron" che verrebbe fabbricato in Svezia, con 
una sola lastra di un minerale monoclino nero (kaptoprite ?), estratto a NORDMARK . 
Dopo un rituale magico, la regina vide alternarsi le ombre dei figli, e compiere tanti 
giri, quanti sarebbero stati gli anni del loro regno. Dopo compare anche l'ombra del Re 
Enrique Borbon di Navarra, figlio del Re di Navarra Antonio Borbon e di Juana de Albret. 
Caterina, coperta da talismani in tutto il corpo, ha fatto costruire un vero e proprio 
laboratorio alchemico nel suo castello, ma non si da pace pensando al futuro dei figli. 
E' confortata dalle visioni nello specchio, che mostrano tutti i suoi figli regnare. 
In effetti regnano, per pochi anni, e poi muoiono giovani, oppure in circostanze terri- 
bili. FRANCESCO II VALOIS, sposato a Maria STUART, muore di sincope in una festa (X.39). 
Nel 1564 re CARLO IX e sua madre Caterina (reggente) porteranno l'estremo saluto a M.N. 
Nostradamus profetizza su tutti i figli di Caterina, e saluta Carlo IX col esametro latino: 
Vir Magnus Bello, Nulli Pietate Secundus (che significa: impareggiabile nelle 
armi e nella carità, ma che spostando le virgole diventa una serie di insulti terribili !) 
Nostradamus mostra una particolare attenzione verso il giovane (11) Enrique, principe di 
Navarra, si fa condurre verso l'abitazione del suo futuro genero Pierre Trone de Codolet, 
che lo ospita, ed osserva "segni regali" nel suo fanciullesco corpo addormentato nudo. 
Nostradamus gli profetizza in segreto, che se riesce a soppravvivere, sarebbe stato re 
di Francia e di Navarra. In effetti ENRIQUE-IV (Re:1589-1610), protestante, divenne Re 
dopo l'abdicazione di ALESSANDRO-ENRICO III (Re: 1574-1589), figlio di Caterina, che non 
ne poteva più delle guerre tra la fazioni cattolica di Henry Guisa e quella protestante 
del ammiraglio Coligny, che si massacravano sin dalla "Notte di San Bartolomeo" (1572). 
Forse M.N. ammira colui che metterà fine alle guerre di religione (Editto di Nantes). 
Il Profeta Nostradamus prevede la propria Fine nel Presagio 141 
Dopo la breve visita di Carlo IX a Salon, il Re fece a Nostradamus molteplici doni, 
un compenso di 300 scudi d'oro ed il titolo di "Medico e Consigliere Ordinario del Re", 
con diritto ad un lauto compenso annuale. Nostradamus li scorta fino ad Arles. 
Intanto la malattia del vecchio Michel si aggrava notevolmente nel aprile del 1566, ed il giorno 
17 giugno 1566, chiama il notaio di Salon, Joseph ROCHE, per compilare il suo TESTAMENTO 
molto minuzioso (Che analizzato dal autore peruviano Daniel RUZO ha dimostrato contenere 
molte chiavi utili per l'interpretazione e l'autenticazione delle quartine) 
Il suo devoto discepolo Jean Aymes de CHAVIGNY (Che aveva partecipato a spedizioni 
nel Canada, dov'era rimasto impressionato dalle capacità divinatorie degli sciamani, 
cosa che lo indusse ad occupparsi di veggenza, ed a servire Nostradamus) è molto, ma 
molto preoccupato, osserva che M.N. ha scritto su una copia delle Ephémérides 
Jean Stadius le parole latine Hic propre mors est Ecco il momento della 
morte. La sera prima, Jean Aymes lo saluta "A domani", ma Nostradamus, gli rispose 
flebilmente: " Non mi vedrete più in vita al levar del SOLE ". 

{{II Presage CXLI
Du retour d'Ambassade,don de Roy,mis au lieu,
Plus n' en fera, sera allé à Dieu,
Parens plus proches, amis, freres du sang,
Trouvé tout mort pres du lict et du banc.

Di ritorno da Ambasceria, dono del Re, messo al suo posto,
più non farà,sarà avvicinato a Dio,
Parenti più vicini, amici, fratelli di sangue,
Trovato morto presso del letto e della sua panca|Nostradamus, 1560}}

Ma, in questo triste momento, ricordiamo che Michel Nostradamus ha lo stesso concetto della morte che apparteneva ai primi Cristiani, lo chiama il "Giorno della Nascita" ("Dies Natalis" in latino) ...

{{II Centuria, quartina 13
Le corps sans ame plus n'estre en sacrifice,
Iour de la mort mis en nativité:
L' esprit divin fera l'ame felice,
Voiant le verbe en fon eternité.

Il corpo senza l' anima non sarà più in sacrificio,
Giorno delle morte diventato natività:
Lo spirito divino farà felice l' anima,
Vedendo il verbo nella sua eternità|Nostradamus, 1557}}

Bibliografia Modifica

Fonte Modifica




Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale