FANDOM


Armonia Cosmica - E le stelle non stanno a guardare è un libro di Franco Lanari che esamina "le vie dello Spirito", la medianità, la vita oltre la vita, i messaggi e insegnamenti medianici, il libero arbitrio, il karma, le risposte ai perché della vita e della morte, i misteri dell'ufologia e degli extraterrestri.

In copertina riporta l'astrofotografia dell'ammasso stellare delle pleiadi.

« Sappi fiorire dove Dio ti ha seminato

La Gloria di Colui che tutto muove, per
L'Universo penetra e risplende »

( Dante Alighieri - Canto del Paradiso, 1° e 2° verso della "Divina Commedia")

Presentazione Modifica

La prefazione del libro è di Stefano Beverini.

« Sono persuaso che non sia solo retorica, quando affermo che la società sta slittando verso un pericoloso baratro. Non soltanto quella italiana; è un fenomeno che accomuna diverse parti del mondo. Mi riferisco anzitutto alla crisi dei valori umani: c'è poco spazio per la spiritualità, per il senso dell'etica, per gli ideali e per il sentimento. Anzi, sembra proprio che, in questa arida società da target, imperi indomito l'arrivismo tracotante e senza scrupoli. Il potere e il danaro sembrano assurgere al ruolo di divinità incontrastate. Mentre i nuovi idoli di un mondo con tanta immagine e poca sostanza, continuano a proporre il mito dell'eterna giovinezza. E così altere "top model" e "cover boy" dotati di un irresistibile charme, alimentano i sogni di coloro che li osservano attraverso la pubblicità televisiva e le riviste di moda. »
(Stefano Beverini)
« Tutte queste componenti hanno un effetto senz'altro esiziale. Ma non vorrei fare esclusivamente del catastrofismo. In questo deserto dello Spirito, dove l'Uomo è come morto, vi sono molte oasi dove altri uomini vivono e possono corroborarsi. Molte oasi dove si ha ancora la possibilità di attingere alle fonti di piccole e grandi verità. Dove possiamo ricordarci che non esiste solo la materia, ma anche una parte pi— profonda, misteriosa e affascinante, accanto alle apparenze quotidiane, oltre il "velo di maya". Questo è il libro di Franco Lanari: un'oasi dove il corpo riposa, e la mente si apre. »
(Stefano Beverini)
« Qualche anno fa, durante un congresso dedicato al paranormale, ho conosciuto Lanari. Mi colpì subito il suo entusiasmo, unito al desiderio di divulgare l'opera del grande Pietro Ubaldi, profeta del ventesimo secolo, medium ispirato da una "voce" superiore. Avevo già letto il più importante libro dell'Ubaldi, "La Grande Sintesi", e ho potuto così comprendere la passione e l'impegno di Franco Lanari nel voler divulgare la vita e il pensiero di quel grandissimo Autore. »


Sintesi della Prefazione Modifica

Secondo Franco Lanari, attualmente i nostri fratelli del Cosmo partecipano in modo attivo, rispettando il nostro libero arbitrio di creature in evoluzione, affinché‚ l'uomo superi questo momento storico particolarmente sofferto, onde fare parte del piano evolutivo più vasto nelle Gerarchie dei "Grandi Spiriti".

Secondo Pietro Ubaldi, profeta del III Millennio (nel libro "La Grande Sintesi"), la scienza e la mistica dovranno unificarsi. Quando per evoluzione propria, essi coopereranno in questo senso, solo allora l'umanità farà il necessario salto qualitativo verso sfere superiori dello Spirito, e le stesse Entità di Luce opereranno più efficacemente attraverso il nostro Cuore, per l'Amore Cosmico Universale. Io ritengo che il Genio di ogni epoca sia stato spesso affiancato anche da Esseri Divini, mediante incorporazione conscia oppure inconscia, e che gli abbiano fatto esclamare anche più di una volta nel corso dell'esecuzione dei propri capolavori, di essere stato "ISPIRATO DA ESSERI DIVINI".

A parere di Lanari, gli stessi Genii (in ogni campo dello scibile: letteratura, pittura, fisica, matematica, ecc.) possedevano tra l'altro un alto grado di medianità, e suppongo che nel corso di "trance" parziali oppure totali, esseri divini di vario ordine e grado spirituale, li abbiano ispirati nelle esecuzioni dei loro capolavori che realizzavano. La finalità di questo libro è quella di documentare il più possibile con prove oggettive l'autenticità delle comunicazioni trascendentali che provengono da entità di diverse dimensioni.

Vuole anche documentare con prove l'effettiva esistenza del fenomeno UFO-ESP, che si estrinseca in tutte le latitudini, con finalità ben precise, sia di natura politica, che di natura mistica-religiosa.

Non dobbiamo dimenticare che, secondo le ultime stime degli astronomi e degli astrofisici, l'Universo è nato dai 18 ai 20 miliardi di anni fa. L'evoluzione della materia manifestatasi nel tempo anche se lenta è inarrestabile. Quindi, in tutte le pieghe dell'Universo sottoposto ad una infinità di gravitazioni, il Creato ha dato luogo ad una miriade di specie seguendo le costanti evoluzioni della vita, raggiungendo straordinarie conquiste dapprima tecnologiche ma poi specialmente d'ordine spirituale.

Sottolineando che nella materia lo "spirito di Dio" è omni-pervadente, vale a dire che la materia del micro e del macrocosmo è vibrazione, e che la vibrazione è spirito in manifestazione- Sono miliardi le stelle che Dio ha voluto creare per sè stesso: non un atomo di più, non un atomo di meno!

« Nella prima parte, dedico questo libro all'aspetto vibrazionale dell'Universo con l'inserimento di una Tavola delle Vibrazioni Cosmiche, cui, entità di ogni ordine e grado disincarnati compresi � operano attraverso esse. Poichè: TUTTO è LUCE! e attraverso la Luce DIO comunica con le SUE creature. Una luce che non può essere vista, perché il cuore dell'uomo non è ancora maturo per avvertirla. Ma questa Luce è "vista e sentita", forse da milioni di anni e da altre creature spiritualmente molto più evolute di noi nell'Universo, ed ecco perché loro operano nella dimensione terrena per la nostra redenzione»

Del resto anche gli stessi ®disincarnati¯ che si trovano gi… nella ®dimensione¯ della LUCE, con i Loro messaggi Spirituali cercano di condurre per mano l'Umanit… che dopo secoli e millenni, Š ancora purtroppo disorientata e sola per mancanza dell'Amore Vero: quello che il Cristo ha vissuto e predicato dicendo tra l'altro: ®SONO VENUTO COME UNA LUCE NEL MONDO: CHI CREDER· IN ME NON VIVR· MAI NELL'OSCURIT·¯. Spesso, le Entit… che si manifestano, insistono nel suggerirci di: ®SENTIRE IL VERO AMORE COSMICO¯ � e di vedere, con visione prismatica: ®Le Strade MAESTRE dei Cieli nella LORO DIVINA ETERNA EMANAZIONE¯. Ho inserito in questo libro alcuni Messaggi di Entit… che sono nella dimensione ®eterna¯. Alcuni di questi Messaggi sono stati da me interpretati il pi— fedelmente possibile per rimanere nella sostanza dell'insegnamento che danno; lascio comunque al lettore la facolt… di interpretarli meglio di quanto possa esser riuscito a fare il sottoscritto. Sono convinto che questi Messaggi NON possono in alcun modo esser frutto dell'inconscio del medium � come alcuni pensano � in quanto la natura ®caratteriale¯ di queste Entit… lo dimostra con la sapienza che li distingue e, nella forma spirituale della Loro sfera di appartenenza che non Š assolutamente attribuibile alle capacit… culturali del medium. Ô pur vero che in questa affascinante disciplina Š necessario essere molto prudenti, poich‚ l'inconscio e i fenomeni che si estrinsecano possono manifestarsi in particolari momenti emotivi della vita dei medium; ci• per• non toglie che l'incorporazione di un'Entit…, quando avviene, non pu• dare adito ad alcun dubbio. Lo stesso Freud, maestro di Gustav Jung il quale non concedeva molto credito alla fenomenologia del trascendente, in alcuni suoi scritti ritenne giusto dire che Š bene tenere in seria considerazione la disciplina del paranormale in quanto realt… oggettiva e costante. Il contenuto altamente spirituale dei Messaggi provenienti da Entit… di altre dimensioni, concorda perfettamente con quel DIO INCONSCIO che nell'Uomo Š processo di divinizzazione.


La seconda parte del libro Š dedicata ad alcuni medium e sensitivi attuali, i quali con prove inconfutabili esprimono tramite le loro innate facolt… e i Loro Spiriti-Guida, poteri extrasensoriali notevoli e unici del genere. Ancora una volta creature predestinate offrono all'umanit… la missione che dovranno compiere per ®intero¯ cos come Š stato per tanti altri medium sensitivi o veggenti del passato, confermando con le facolt… che hanno, l'esistenza del passato, quell'esistenza oggettiva di altre dimensioni dove � in stato ®vibratorio¯ � Entit… di diverse sfere spirituali operano secondo il Piano della Creazione, e in contemplazione della Luce Divina. Leggendo alcuni brani del Messaggio di una Entit… che tra l'altro sosteneva: ®Molte volte a diverse persone parlare di Dio pu• essere scomodo, come dover credere a certe Realt… che il razionale rifiuta di accettare: ci• NON TOGLIE CHE DIO ESISTE!¯.

La terza parte del libro la dedico alle Civilt… extraterrestri, ci• che oggi viene definito come Clipeologia, o anche fenomeno UFO-ESP, in quanto tanto in passato come oggi, questa ®Aviazione Elettromagnetica¯ da diverse migliaia di anni opera in tutta l'estensione del globo terracqueo, mentre, contemporaneamente, in alcune Civilt… pi— progredite essi si manifestano anche in piani sottili astrali sotto forma di Luce e con fenomeni straordinari anche in luoghi di culto. Non si deve dimenticare che secondo le pi— recenti stime degli astronomi e degli astrofisici, nell'Universo esistono centinaia di miliardi di stelle, una delle quali Š il nostro Sole. Perci• Š inimmaginabile che il ®Buon Dio¯ abbia concentrato la vita intelligente soltanto per l'uomo. Ecco la ragione per la quale ho creduto opportuno inserire in questo libro e accennare alcuni dati di Astronomia, onde rendere pi— accettabile il pensare che ®nell'Universo NON siamo Soli¯. In questo libro ho voluto esaltare l'aspetto vibratorio in cui l'Universo Š articolato e come ®il Tutto¯ si manifesta, secondo infinite gamme della Creazione, nella LUCE. Nel Grande Libro della Natura � cioŠ nell'Akasha � TUTTO Ô registrato, anche ci• che io scrivo in questo momento, e nulla si perde. Le Entit… operanti in altre dimensioni spesso ci illuminano dicendoci come Š composto il mondo di Dio, mentre spesso accade che l'uomo voglia antropoformizzarlo e renderlo buono o cattivo, a seconda delle proprie necessit…. Ges— � il Cristo � non era n‚ buono n‚ cattivo: era GIUSTO! La nostra attuale Civilt… non ha realizzato come pu• sembrare un progresso veramente qualitativo, giacch‚ tutto ci• che ha conquistato non Š partito propriamente dal CUORE, bens prevalentemente da interessi egoistici di ogni genere. Ben pochi � dico POCHI � hanno preso sul serio ci• che Ges— Cristo ha insegnato! Le Religioni NON hanno dato all'uomo quello che si proponevano fargli raggiungere. In esse l'uomo ha cercato soltanto un tornaconto, senza considerare il fatto che siamo TUTTI FIGLI DELLO STESSO DIO, comunque Lo si voglia chiamare. Allora: cerchiamo di alzare veramente lo sguardo ai Cieli per ammirare la Sua Creazione! Una Entit… ha detto: ®Ô necessario che il vostro Spirito riprenda contatto con le "sfere superiori" nel loro pulsare, e senta nuovamente il palpito intimo della vita: Vera, Infinita!¯. Un tempo, non esisteva la Parola. Era la sola vibrazione-pensiero, che usciva dalla parte alta del capo, al tempo dei Lemuri. Era una Luce che produceva SUONO, traducendo in linguaggio quello che oggi stanno facendo gli uccelli con il Canto. Il pensiero vibra da quella antenna che, oggi, la scienza chiama: glandola pineale. L'essere, a quei tempi, produceva delle onde che si dipartivano, appunto dal prisma del capo per vibrazione-pensiero. Noi siamo delle ricetrasmittenti. Le stesse Entit…, in quasiasi istante, captano i nostri pensieri, le nostre preghiere e i moti del nostro Cuore. Lo dicono spesso, e spesso anch'io ho avuto la prova di quanto ESSE, di vario grado spirituale, affermano nei Loro messaggi. Gli stessi ®Spiriti Guida¯, che tutti noi abbiamo, partecipano al contatto astrale, per indicare ci• che i nostri pensieri esprimono quando siamo in sintonia con le Loro dimensioni vibratorie. Nei PIANI RAREFATTI DELLO SPIRITO, attraverso i medium, sollecitano e invocano, con dei messaggi accorati di iniziare a perseguire una vita ascetica, perch‚, anche a LORO preme ®LA NOSTRA REDENZIONE, per ENTRARE NELLA GERARCHIA DEI GRANDI SPIRITI¯, i quali ®VIBRANO in LUCE, e in TUTTE LE PLAGHE DELL'UNIVERSO¯. Lo stesso Enrico Medi, fisico e spiritualista cristiano, ebbe a dire che la conquista scientifica Š dono di Dio, e dono di Dio Š la bont…. L'una e l'altra sono insieme necessarie e, unite, daranno all'umanit… benessere materiale e spirituale. Sia benedetto ogni successo e progresso. Si stringano la mano gli uomini e palpitino, all'unisono, i cuori e intendano che una sola cosa Š necessaria per la felicit…: l'AMORE, che insunstanzia la vita, ancorandola nella Fede e nella Speranza in Dio. ®Sono vicini i tempi¯, dice ancora Enrico MEDI, nel Suo libro: ®Il Mondo come lo Vedo Io¯, nei quali la scienza, filosofia e teologia si incontreranno, portando pienezza di luce nel pensiero dell'uomo¯. Sono convinto che ®medium si nasce e non si diventa¯: nell'infinita combinazione del bagaglio genetico, perch‚ prevale, sin dalla nascita, ®l'esperienza molecolare¯ di vite passate, dove Š rimasta traccia indelebile di ci• che siamo stati e ci• che abbiamo vissuto, secondo i vari karma precedenti, e l si Š impressa l'essenza di TUTTO, in conformit… con l'evoluzione spirituale quale propria catarsi. Nel patrimonio genetico rimane impresso tutto in eterno: Š come un immaginario nastro magnetico, che la forma arch‚tipa della vita la natura ha predisposto. Questo discorso deve essere necessariamente fatto anche prima del fattore Dna, in quanto, nello stato vibratorio molecolare, le *sottili vibrazioni atomiche degli elementi rimangono principio indelebile. Ô vero che i cromosomi esprimono realmente un ®continuum¯ di ci• che siamo stati nelle vite precedenti, ma Š lo stesso Rudolf STEINER, che nel trattato ®Gerarchie Spirituali¯ il loro riflesso nel mondo fisico, zodiaco, pianeti e cosmo, ci indica le ragioni archetipali di ci• che oggi siamo: perch‚ siamo, e ci• che diventeremo seguendo la linea radiosa dello Spirito che TUTTE le Creature dell'Universo devono autorealizzare, per ritornare al TUTTO, quindi a Dio. I ®medium¯ sono come un seme dove vi Š tutto il patrimonio genetico, e nulla pu• interferire di fronte ad una cos ®alta missione¯ destinata a compiersi affinch‚ vi sia contatto tra cielo e terra. Nei medium autentici NON vi Š ibridismo; tutt'al pi— vi possono essere limiti karmici a quelli di cui sono dotati per allacciare il Cielo alla Terra. Ô pur vero che tutti noi siamo un poco ®medium¯, giacch‚ pi— di una volta nella nostra vita si sono verificati fenomeni di natura ®paranormale¯. Ma questi, sono solamente occasionali e non danno il crisma della medianit… nel vero senso del termine.

Ho sentito la necessit… di scrivere questo libro e sottotitolarlo: ®Le stelle NON stanno a guardare¯; Š perch‚ varie esprienze mi hanno convinto che intorno a noi esiste il mondo della trascendenza in cui Entit…, di qualsiasi ordine e grado spirituale si manifestano sotto l'aspetto vibrazionale multiplo e secondo ®infinite gamme¯ di Luci e Colori che noi naturalmente NON vediamo, ma che esistono! Pi— di una volta mi sono reso conto che non sempre le mie decisioni sono autonome secondo alcuni miei punti di vista. Dice bene il Dott. Felice MASI, che sono le Entit… stesse che fanno tutto Loro in sua vece. Quando molte volte egli propone certi accorgimenti di studio sul paranormale, i risultati li ottiene in conformit… a quello che Loro indicano di fare! Questo vale anche per me: con Messaggi ultrafanici, in scrittura chiarudiente da parte di alcuni medium, l'Entit… che si manifesta risolve alcune mie situazioni complesse e difficili, di cui il sottoscritto ritiene sia giusto prendere atto. Il 22 maggio 1992, fra l'altro, ho ricevuto dal Cielo un grande dono: mi Š stato annunciato attraverso due coniugi, medium, che il mio Spirito-Guida, Š Pietro UBALDI. Perch‚ proprio Pietro UBALDI il Profeta del III Millennio?. . . Ô pur vero che ho organizzato a Roma 5 Convegni al Suo Pensiero, affinch‚ finalmente fosse conosciuto in Italia come lo Š nel mondo, grazie anche e specialmente al Suo Capolavoro: ®La Grande Sintesi¯, scritto da Ubaldi per chiarudienza. 1) Lui stesso diceva che era la SUA VOCE a fargli scrivere tali concetti: la Voce Cristica!. . . Trascrivo integralmente alcuni passi pi— importanti del messaggio di Pietro Ubaldi, dopo che un'Entit… eccelsa di Luce Cristica, lo ha annunciato: ®. . . questa sera Š una sera speciale!. . . C'Š uno Spirito che DIO Onnipotente ha elevato alla Sua immensa gloria per quanto ha fatto in Suo Nome durante la sua permanenza tra voi, e vuole, ora, ringraziare Franco per quanto lui sta facendo in modo che la sua opera non rimanga lettera morta¯. Tu, Franco certamente ha capito di chi parlo?. . . Franco: San Francesco!?. . . No!: Pietro UBALDI!. . . Entit…: Bravo!. . . Vuoi che ti parli?. . . Franco: S. . . grazie!. . . Entit…: Bene, ora massima concentrazione, poich‚ il mezzo (il medium) resta isolato. 2) UBALDI: ®Io Pietro vengo a te, Franco nel nome di Colui che mi permise di scrivere "La Grande Sintesi". . . Questa Š la mia formula di riconoscimeto: scolpiscila bene nella tua mente: molto ti dir•. . . Ma, ora, Š bene che vada!. . . Vi abbraccio TUTTI con la mia speciale benedizione¯.




1) Note: Per quanto riguarda casi di ispirazioni Divine, cioŠ per chiarudienza, si ricorda Socrate. Egli confessava di avere a consigliere un suo demone, una vera sorte di angelo custode. Il Re dei Visigoti Alarico, riteneva essere ispirato da un'intima voce che lo sollecitava a marciare contro la capitale dell'impero. Diceva: avanti, avanti!. . . distruggi Roma! Anche San Francesco d'Assisi e Angela da Foligno, udivano la ®Voce¯ intima suggeritrice. Alla stessa Giovanna D'Arco, le ®Voci¯ rivelarono il Loro piano di volta in volta durante l'esecuzione della battaglia. Era ispirata e condotta per mano, mentre umilmente ubbidiva alla ®SUA VOCE¯; anche se ella stessa si meravigliava della potenza inaudita di una manifestazione che gli consentiva, nonostante fosse una semplice contadinella di mutare il corso di eventi storici!. . .

2) Note: Questo Š stato il primo messaggio; finora ne ho ricevuto tre dall'Entit…: Pietro UBALDI.

  • Note: Memoria atomica dello spirito nella materia.



LA ®OM¯


La OM Š il Suono primordiale dell'Universo. L'Universo Š nato dal Suono. La OM Š l'espressione della pi— alta facolt… della Coscienza. I Sacri Testi dell'India ci tramandano una loro simbolica interpretazione dei valori fonici di OM. OM, nel suo complesso, rappresenta la Coscienza Cosmica, che racchiude in s‚, al di l… delle parole e dei concetti,, uno stato adimensionale. OM Š l'Infinito in noi. OM Š il Simbolo dell'Universo Divino, e della potenza infinita: rappresenta la Luce Onnipresente, la legge Universale, la Coscienza Onnipresente, la Divinit… che TUTTO pervade, l'AMORE che tutto abbraccia e il RITORNO COSMICO di ogni evento. OM Š lo specchio che riflette forma e colori, senza mutare la propria natura. OM Š una combinazione da A e U, per cui l'intera sillaba Š costituita da tre elementi: A - U - M. Le Upanishad, Testo Sacro dell'India, dicono: L'Essenza di tutti gli Esseri Š la Terra. L'Essenza della Terra Š l'Acqua. L'Essenza dell'Acqua sono le Piante. L'Essenza delle Piante Š l'Uomo. L'Essenza dell'Uomo Š la Parola. L'Essenza della Parola Š il RIG-VEDA. L'Essenza del Rig-Veda Š il SAMA-VEDA. L'Essenza del Sama-Veda Š l'UDGITA: ®OM¯. Questa Udgita Š la migliore, la pi— alta di TUTTE le Essenze; Š il posto pi— ALTO: ®L'OTTAVO¯. I Veda sono la Sacra espressione Spirituale della Coscienza. In forma di poesia (Rig-Veda), e musica (Sama-Veda). Ritmo e Meloda trovano insieme le loro Sintesi nella vibrazione profonda e completa del Sacro fonema ®OM¯. OM Š, quindi, la quintessenza, sillaba germe dell'Universo. OM Š il Mantra per eccellenza Mantra significa uno strumento per pensare qualcosa che crea l'aspetto mentale e, con il Suono, evoca il proprio contenuto in uno stato di percezione: immediata Realt…. Nel Mantra c'Š una forza nascosta del Suono e della Vibrazione, succedutasi un'istante dopo, quando il ®MARMO NON SCALFITO¯, cioŠ quando ®L'ESSERE¯ ERA INCREATO O IMMANIFESTATO, dove TUTTO potenzialmente: ERA. Il Mantra, quindi, Ô la Forza nascosta del Suono e della Vibrazione, la chiave dell'enigma della Creazione e della Creativit…. ®PITAGORA PARLã DELL'ARMONIA DELLE SFERE¯, secondo cui ogni corpo celeste (cioŠ ogni atomo) produce un Suono particolare a seconda del movimento, del ritmo o della vibrazione. Ritroviamo l'idea del Suono negli insegnamenti dei Logos e nel Vangelo di S. Giovanni. Il Principio era il ®VERBO¯ � e il Verbo era con DIO � e il Verbo ERA ®DIO¯ � e il Verbo fu fatto Carne. Tag•re afferma: ®OM¯ Š la parola simbolica per l'Infinito, il Perfetto, l'Eterno. Il Suono, come tale, Ô GI· PERFETTO e RAPPRESENTA LA PIENEZZA delle COSE. OM produce il presentimento di Perfezione Eterna, liberando dal mondo del ristretto egoismo; il Suono di OM, infatti, perfeziona l'Essenza interiore dell'Uomo alle Vibrazioni di una pi— elevata realt…: una realt… che NON Ô al di fuori di Lui, ma Ô sempre presente in ogni istante per allontanarlo con Amore dal SUO IO illusorio. L'uomo Ô al servizio del suo corpo. Nell'ascesi spirituale, il Santo ha preso, invece un corpo da servirsene per il bene degli altri ed esprimersi attraverso esso. Dato che l'uomo Š al servizio del suo corpo, la liberazione equivale a uscire dal suo Corpo in senso Spirituale, secondo lo stato evolutivo consentito. OM Š l'equivalente che abbatte le artificiali limitazioni per giungere alla consapevolezza dell'Infinito e della vera natura in tutto ci• che vive. OM Š il Suono della ®REALT· SENZA TEMPO¯, che vive in noi. OM Š l'Alfa e l'Omega, aldil… del dualismo cosmico. OM Š il Suono primordiale della ®REALT· SENZA TEMPO¯, che vive in noi dal passato senza inizio e che entrer… nel ritmo del ®SENTIRE¯, nel senso interiore dell'udito. OM Š il Suono trascendentale dell'innata Legge di TUTTE le cose nell'espressione della PERFETTA LIBERT·. Infine, il suono OM, pronunciato ®ALL'INTERNO DEL CUORE E DELLE LABBRA¯, Š come due braccia aperte che abbracciano TUTTO ci• che vive, cioŠ: ®TUTTI GLI ESSERI E NON ESSERI DEL CREATO¯.

                                                                   NdS
















Note: Ethel Le Rossignol dipinse soggetti sacri suggeriti da varie Entit…. Foto ripresa: I Misteri dell'Ignoto. CDF Gruppo Mondadori.

Rig-Veda: Inno della Creazione, dalle Upanishad, Testo Sacro dell'India. Ô il concetto di Eternit… che scandisce la successione cosmica del Tempo; cicli che si susseguono nell'eternit…. (Concetto Ubaldiano).




PARTE PRIMA

®La Verit… Š fatta per coloro che si danno ad essa senza riserve¯.

L'intelligenza cosmica vuole che l'uomo sia consapevole di tutto e, per questa ragione, sinteticamente descriver• le caratteristiche pi— salienti di alcuni medium, veggenti e sensitivi e le loro potenzialit… medianiche. In questa introduzione non voglio mancare di esaltare anche il merito degli studiosi di una cos affascinante disciplina quale Š la parapsicologia. Inizio con la trascrizione integrale del messaggio di Andrea, figlio dell'Avvocato di Cassazione Lino Sardos Albertini, perito tragicamente nel 1981. Ora che Andrea si trova nella dimensione dello Spirito, continuando a dialogare con il padre, attraverso un medium, dice di fornire la prova dell'esistenza dell'aldil…, ed ha il modo di dimostrarla, perch‚ le persone possano credere maggiormente in Dio e rispettare meglio la Sua legge: ®Guardate: io non sono una semplice immagine consolatoria, non sono una parvenza fideistica, non sono una larva trasfigurata dall'amore paterno e materno, non sono una metafora della vita. Io sono vita: vita alta e profonda. Vita piena e immortale. Guardate che "la vita oltre la vita" Š una realt…, pi— vera e pi— reale di tutte le realt…, sulle quali voi giocate l'intera vostra esistenza. Sorridi con chi sorride. Piangi con chi soffre. Ama senza essere amato perch‚ la luce infinita "Ô AMORE". Colui che resta nell'Amore rimane nella luce infinita, e la luce infinita in LUI¯. (Questo messaggio Š stato ricevuto il 23 Novembre 1985). Ci• premesso vorrei dare una prova per tutti coloro che dovrebbero ridimensionarsi nel piano di nuove vibrazioni spirituali rafforzando in s‚ la Fede e l'unione spirituale interiore. Il Cristo cosmico Š ®pronto¯ a manifestarsi in tutto il pianeta con potenza, forza e gloria per la gioia degli assetati di giustizia, affinch‚ la Verit… consoli i puri di cuore, perch‚: ®per loro Š il Regno dei Cieli¯. (. . . ). Il Prof. Flavio CENNI, esperto in scienze fisiche e chimiche, parapsicologo di fama, riesce con facili concetti, riguardanti ®lo spazio polidimensionale¯, a darci modo di capire le ragioni degli accadimenti e le ipotesi della parapsicologia. I concetti si basano sullo spazio-tempo, ipotizzando che passato, presente e futuro coesistono perennemente. Pertanto si pu• capire che cosa Š il paranormale. Trascrivo un messaggio di un'altra Entit…:

®La Luce Š una conquista durissima, sappiate che sarete sottoposti a tante prove, che non potete neppure immaginare. Ma con il nostro aiuto potrete raggiungere la Verit…. Siate grati a Dio per quello che fa per voi: Vi Š pi— vicino di quanto pensiate¯.

Vorrei subito precisare che non sempre l'inconscio recita quando un medium Š in trance, tutt'al pi— l'inconscio pu• fare da filtro quando egli si trova gi… nella fase ®delta¯, cioŠ quando Š nella sfera dell'inconscio, entrando in risonanza vibrazionale con Entit… onnipresenti, pronte a intervenire nella nostra dimensione, e secondo peculiarit… karmiche oggettive del medium, derivategli da vite precedenti, cioŠ da quell'atomo* permanente su cui s'impernia tutta la nostra vita. Quindi Š tempo che l'uomo guardi con pi— realismo e fiducia a questa affascinante disciplina, affidandosi molto alle facolt… naturali, che ®madre natura¯ gli ha assegnato. E non Š troppo lontano il tempo in cui la parapsicologia e i fenomeni affini verranno recepiti da pi— persone, tanto da consentire l'affratellamento di popoli di diversi credi politici e religiosi. La Nuova Era Š gi… apparsa all'orizzonte: l'Era dell'Acquario, con il suo pianeta Urano, il quale implica il concetto dell'universalizzazione intuitiva e amorevole del pensiero e dell'atto nel gruppo. Non pi— singoli individui, vibranti di ardente devozione attorno ad un principio sia religioso che politico e intellettuale, incarnato in una altro individuo, ma il limpido affermarsi della luce, affiorante attraverso la omogeneit… dei gruppi, animati dall'unit… divina delle loro anime. L'era dell'Acquario sveler… ci• che si Š maturato nel ®silenzio¯ dei duemila anni trascorsi dalla nascita del Redentore. L'Epoca dell'Acquario abbatter… vecchi dogmi, che hanno ritardato la crescita evolutiva dell'umanit…, in quanto le Verit… venivano date soltanto a pochi eletti, considerando che l'uomo non poteva essere maturo per tali conoscenze.


Da una seduta medianica del 10 aprile 1988, riporto parzialmente un messaggio di un'Entit… di Luce. ®La conoscenza trasuda da ogni cellula, da ogni atomo o particella infinitesimale del Creato, ed ecco che i mondi e gli esseri bevono alla fonte della conoscenza, ed ecco che Le Verit… divengono La Verit…. Si accende un lume nell'oscurit… senza tempo, si avverte la luce e il suo calore. Onde di vibrazioni positive invadono i cieli, la creazione si rinnova, l'uomo rinasce come un'araba fenice, e insieme con lui il suo passato, le ore trascorse, le grandi menti e le piccole gesta eroiche. Riabbracciamo il mondo, la terra, un pianeta destinato per una evoluzione, per una ricerca, per una riscoperta; gli uomini, riflesso di una divinit… metafisica, noumenica, che si Š resa empirica perch‚ il tempo fosse testimone della sua venuta. Le loro menti, nella Conoscenza, aprirono i loro cuori alla ricerca di una verit…, unica, senza altri risvolti, senza altre negazioni; la ricerca mir• in alto, guard• nei cieli, nel sole: si riflette cos nei cuori, nel plesso degli uomini che Š il simbolo del Sole. Si accese, cos, il lume della conoscenza, della sapienza, della verit…, o meglio sarebbe a dire, non ®si accese¯, ma ®si riscopr¯. Come la cima di una piramide riemerge dopo migliaia di anni dalla sabbia, ormai troppo stanca di correre, grazie ad un vento che vuole ricreare i miti passati, le storie infinite di un'Era, di una epoca, oggi in un mondo cos straziato, ma che conserva nel profondo di ogni pietra, di ogni cristallo, di ogni Entit… vivente perch‚ creata, la speranza di una nuova Era, nascono centri, circoli, associazioni, volte ad una ricerca, volte ad una Verit… con strade diverse, parallele o convergenti, ma a volte ad un'unica Verit…, assoluta, indescrivibile. Di tutta questa creazione, di tutti questi movimenti, noi dobbiamo essere una parte importante, un centro che deve donare agli altri. Voi direte: ®ma cosa?¯: donare Amore. L'uomo rincorre fantasmi di miti, di storie trascorse; di malattie, di vizi; di fantasmi futuri di programmi. Ma l'uomo deve solo vivere, vivere nell'Uno, vivere nell'Amore, conoscere l'Unit…, ricercarLa, abbracciarLa, e fondersi in Essa, depurarsi dalla grossolana materia, non solo del corpo, ma soprattutto della mente, perch‚ Š la mente stessa che crea un mondo, perch‚ Š la mente stessa che crea separativit…. Ma nell'Unit… esiste anche l'uomo, nell'Uomo esiste l'Unit…. Bisogna reintegrarsi in essa e, una volta scoperta, una volta carpita non vi Š bisogno di testimoniarne di trasfonderla, perch‚ quando incontrerete quella persona, che avr… scoperto la Verit…, ogni sua piccola cellula, ogni suo piccolo atomo, ogni esalazione del suo respiro vi dir… che quella persona Š sulla strada della realizzazione. Lo capirete, lo sentirete. Lui non lo dir…, non riuscir… mai a confermare le vostre domande, ma sar… il vostro sentire che vi porter… a quella conoscenza. Cos non Š importante che voi ascoltiate, n‚ che voi siate presenti, ma Š importante che voi ascoltiate, che sentiate le vibrazioni che vi sono, che si producono, che ogni parola porta con s‚, e che ogni frase spande fino a regolare, come fa il fiore con il suo profumo, qualcosa che voi potete solo avvertire e non descrivere.


®IL MONDO ACCOLSE LA GENTE. GLI UOMINI. ACCOLSE VARIE FORME VIVENTI, VARIE RAZZE. IL MONDO ACCOLSE GENTE DI ALTRI MONDI. VISSE CON QUESTI. GENER• ALTRI ESSERI. CON QUESTI IMMAGAZZIN• TECNICHE, MODI, STADI DI VITA. CONSERV• SEGRETI. NE TRAMAND• ALCUNI, POCHI, E PER POCHI: PER GLI ALTRI TACQUE¯.

Il mondo si rivela essere cos un grande magazzino di conoscenza, ma nello stesso tempo lo stesso distruttore di questa conoscenza. Ô il pi— grande custode dei segreti della conoscenza. Cos ciascuno intraprende una strada, un iter, per addivenire alla Verit…: la strada dello yoga, la strada della tradizione, la strada della religione, la strada dell'occultismo, la strada del profetismo, della medianit… e cos altre, pi— o meno occidentali od orientali, ma tutte hanno una matrice comune, tutte vengono da un'unica verit…: e forse, andando indietro nel tempo, le Verit… erano gi… in possesso di pochi, scelti fra molti; molti, scelti fra troppi e quelli, unici, conoscevano e tramandavano, vivevano, pur essendo gi… morti, e morivano ogni giorno, pur continuando a vivere. Amavano la vita. Rispettavano il Sole, lo veneravano; avevano il culto dell'acqua, la veneravano; avevano il culto del legno, lo veneravano; conobbero i segreti dell'Universo e li conservarono; CONOBBERO LE SFERE CELESTI SUPERIORI, MA NON LE RIVELARONO CHE A POCHI, MORIRONO PORTANDO CON SŠ I SEGRETI DELL'ESSERE e lasciarono agli altri la Via del divenire. Conoscevano le tecniche della vita, che erano poi le stesse della morte. Erano pochi, vissero in pochi, volutamente, segretamente; ma uno solo emerse per volont… non propria, per una missione, per un programma umano. Ô da poco passata la festivit… che tutti noi conosciamo con il nome di Pasqua, i giorni dell'Avvento, la Resurrezione. Tramandiamo forse in questo unico modo fino ai nostri giorni, una cerimonia di migliaia di anni fa, una cerimonia per la Vita, ad inno di una morte, una morte del passato, una vittoria sul tempo. Il tempo Š morte, non perch‚ cess• di essere, ma perch‚ cess• nel tempo.

















Note � San Paolo disse: ®L'unico "infinito" che ci appartiene Ô L'AMORE¯. Che cosa Š l'inconscio

Sigmund Freud ne fece il fondamento della dottrina psicoanalitica. Per Freud, l'inconscio Š la sede degli istinti e degli impulsi primordiali; dei ricordi ancestrali; delle abitudini ataviche e di quelle acquisite; delle tendenze dell'indole, dei riflessi ecosociali; dei desideri e di quelle forze difensive con le quali l'®Io¯ invalida e contrasta il ricordo di esperienze, che non intende riconoscere come proprie. Esse, per•, possono riaffiorare nei sogni o in atti sintomatici dello stato di veglia evadendo dall'inconscio e presentandosi alla coscienza camuffati o in forma simbolica. Tali forze denunciano ®complessi¯ che provocano situazioni patologiche della psiche. Carl Gustav Jung, invece, lega l'inconscio alla fase primitiva del pensiero nelle forme collettive di rappresentazione del reale e distingue ®un inconscio personale¯, e ®un inconscio collettivo¯. L'inconscio personale Š sede degli elemeti psichici derivanti dalle esperienze proprie dell'individuo; nell'inconscio collettivo sono contenute le esperienze primordiali della specie umana, accumulate nello svolgersi della sua evoluzione psichica e biologica. Sarebbero le esperienze a formare le immagini ancestrali, comuni a tutti gli uomini, e che Jung chiama archetipi. Ci• per Jung e per alcuni studiosi pu• essere la spiegazione dei fenomei paranormali. Infine, per Henry Price l'inconscio collettivo sarebbe un campo di azione reciproca che permette a una mente di produrre in un'altra eventi inconsci, e di mettersi in comunicazione tra di loro, attraverso canali non individuati di natura psichica. Per Price si giustificherebbero i fenomeni di chiaroveggenza e telepatia. Invece, William Mckenzie, studioso del paranormale, disse che, secondo eminenti psicologi e psichiatri, l'inconscio ha un sua polarit… luminosa, che attende, tuttora, di essere scoperta e valorizzata. Diversamente, altre ipotesi dicono che le facolt… paranormali potrebbero essere non gi… le espressioni di regressioni ataviche, come si propende a credere, bens le manifestazioni transitorie di un tentativo della natura per condurre l'Universo verso una fase evolutiva superiore (su ci• personalmente, sono anche io d'accordo). Nulla da ridire a questi quattro grandi studiosi, in quanto essi hanno dedotto i loro studi ipotizzando vari elementi, che possono provocare fenomeni di natura parapsicologica. Ma, ora, vorrei evidenziare come dovrebbe essere diretta la ricerca dei fenomeni parapsicologici, visti sotto l'ottica vibrazionale. Secondo quanto le stesse Entit…, alle volte, affermano di operare. Chi ha assistito all'inizio della trance di un medium, nota che egli entra in una fase presanambolica, lasciando, quindi, la fase ®beta¯ per entrare nella fase ®delta¯, cioŠ entra nella sfera dell'inconscio, sfera in cui la parte razionale del cervello Š semiassopita, in quanto lo stesso medium asserisce di ricordare abbastanza ci• che ha detto secondo il tipo di trance, perci• sente, direi, la stessa presenza, ovvero una ®Voce¯ che gli suggerisce istantaneamente il messaggio. Del resto, anche Pietro UBALDI, profeta del Terzo Millennio, quando era solo, particolarmente la notte, percepiva una ®Voce¯, che prima gli parl• nell'orecchio e, in seguito, divenne interiore, stabile, costante, e che inizi• dicendogli: ®Nel silenzio della notte sacra, ascoltami. Lascia ogni sapere, i ricordi, te stesso, tutto dimentica, abbandonati alla mia voce, nel silenzio pi— completo dello spazio e del tempo. In questo vuoto odi la mia Voce che dice: Sorgi e parla, "Sono Io"¯. PŒetro UBALDI non era un medium, bens un ultrafano, il che Š sempre una medianit…, in cui rientrano comunque i fenomeni della parapsicologia. La sua era ispirativa, perch‚ proveniente da pi— alti gradi di conoscenza; attiva, perch‚ cosciente; mentre la medianit… passiva non fa altro che imprestare il proprio corpo ad una Entit… disincarnata, che comunica. Il detto ®Nemo Propheta in Patria¯, si addice a Pietro UBALDI, in quanto Š quasi misconosciuto in Italia. La Grande Sintesi, scritto in ultrafana, Š uno dei suoi capolavori, dettati, come gi… rilevato, dalla Sua ®Voce¯.

I medium sono solo delle ®antenne¯ che, in conformit… al loro Karma, sono predestinati affinch‚ servano da intermediari tra il nostro mondo materiale e quello spirituale. La caratteristica peculiare Š la trance che pu• essere lucida e translucida. In linea di massima la trance Š il cosiddetto stato di ®allocoscienza¯, per lo pi— autoindotta, nella quale la zona cosciente dell'®IO¯ appare quasi completamente obnubilata e sostituita da quella di un'altra personalit…. Certi fenomeni che il medium produce, possono essere ectoplasmatici, teleplaste, materializzazioni, apporti di effetto mentale, chiaroveggenza, precognizione ecc. ; questi fenomeni possono essere prodotti anche in stato di veglia o di semiveglia. Dunque, la trance comunemente detta ®stato alterato di coscienza¯, produce un abbassamento dello stato coscienziale, cioŠ dell' ®Io¯, tanto che le funzioni del cervello, secondo le conclusioni attuali della Neurologia, sono rallentate al punto di passare allo stato ®beta¯, pari a 21 cicli al secondo. Dai 21 cicli al secondo si passa allo stato ®alfa¯, cioŠ a 14 cicli al secondo o fase ®rem¯, ovvero subconscio. La fase ®teta¯, Š il subconscio profondo, pari a 7 cicli al secondo. Infine, la fase ®delta¯, va da 2,5 a 5 cicli al secondo, sfera dell'inconscio; stato in cui il cervello e la razionalit… sono completamente assopite. Questo ®stato¯ favorisce l'entrata in risonanza delle vibrazioni cosmiche composte da infinite gamme di natura spirituale, e da Entit… disincarnate, o da defunti, secondo la gamma spirituale acquisita nelle incarnazioni precedenti. Quindi, nel mondo astrale le capacit… medianiche di un medium si misurano secondo i vari stadi ®Rem¯, di cui egli Š dotato. Quando si trova nello stato di ®allocoscienza¯, egli pu• essere il mezzo inconsapevole che le Leggi Divine hanno decretato secondo la missione prestabilita. Non sempre i medium sono dei semplici canali, che le Entit… utilizzano spesso, bens essi partecipano, per cos dire, in prima persona in astrale, colloquiando con Entit… di varia natura. Ad esempio, la scrittura automatica veloce di un medium, Š una classico incorporazione di una Entit… che, in astrale, utilizza il medium al di fuori della sua stessa volont…. Una incorporazione di questo genere si ha quando la stessa Entit… utilizza le corde vocali del medium. Il medium, che viene utilizzato per cos alta missione, non si deve sentire menomato perch‚ le Leggi Divine in Lui operano per consentire il colloquio tra il ®Cielo e la Terra¯. Differentemente, quando l'ego del medium Š, e rimane pressoch‚ vigile, solo allora, egli, entrando in astrale, Š in grado di colloquiare con Entit… di varia natura, partecipando, anche in ®prima persona¯, alla conoscenza della Verit… del trascendente. A questo punto sarebbe bene consultare lo schema delle ®Vibrazioni Cosmiche¯, rapportate in frequenze elettromagnetiche, e i vari spettri, sino ai raggi cosmici, e il rapporto vibrazionale corrispondente tra vibrazioni, suoni e colori. Herman OBERT, un grande studioso degli spazi cosmici, padre della missilistica, maestro di Von Braun, e uomo di fede, disse: ®Dio ci ha creati affinch‚ facciamo della terra un paradiso¯. Le esperienze sulla terra sono solo una delle tante che l'anima pu• fare nel suo cammino infinito. Herman OBERT, disse che nell'Universo esistono altre creature come noi, con conoscenze molto superiori a noi, e pi— elevate in ogni campo anche in quello religioso, aggiungendo: ®Io, sono entrato in contatto con Loro!¯. Il Guru indiano Paramhansa Yogananda, tra gli altri suoi insegnamenti disse: ®Volete cambiare il mondo?. . . cambiate voi stessi. Se le stesse Entit… insegnano, continuamente, come e perch‚ dobbiamo migliorare, Š perch‚ dobbiamo essere sempre pi— consapevoli di noi stessi, delle nostre origini e delle finalit… di tutte le cose¯. Sarebbe troppo lungo elencare altri studiosi e medium che hanno contribuito alla conoscenza fino ad oggi acquisita dalla parapsicologia. Ma non posso fare a meno di nominare Gino TRESPIOLI grande sperimentatore, che si avvalse principalmente della eccezionale ultrafana Bice VALBONESI, autore di libri illuminati come ®La Vita¯. Fino ad oggi, ci sono pervenuti da Entit… di ogni grado spirituale, Messaggi Sublimi di alto contenuto etico-spirituale, tutti dedicati alla evoluzione spirituale dell'uomo. Ma, purtroppo, ben poco si Š recepito, in quanto lo stesso contenuto dei Messaggi Š stato messo in dubbio da molti, quando basterebbe avere pi— fiducia nelle Creature di altri mondi trovandosi in altre dimensioni che da sempre intendono aiutarci. Del resto, l'uomo ha ancora un EGO troppo forte, ostacolo allo sviluppo del dono dell'intelligenza per accettare che possano esistere mondi plurimi con infinite Entit…. Ci• non toglie che tali Entit… esistano: sono onnipresenti e spaziano nell'immensit… dell'ordinamento cosmico in conformit… alle Leggi di Dio. Ogni settore del Cosmo Š predisposto per contenere diverse forme, scintille di Vita spirituale, eterne, seguendo anche leggi karmiche del divenire con incarnazioni, per finalmente rientrare nell'oceano cosmico della Luce dell'Assoluto. Nel volume: ®Cristo e la sua Legge¯, Pietro UBALDI � il profeta della Nuova Civilt… del Terzo Millennio � si riferisce in particolare a ci• che definisce il SISTEMA e l'ANTISISTEMA. L'Antisistema sarebbe ®Maya¯ per gli indiani, cioŠ: illusione, morte, rinascite multiple fin quando si entri nella consapevolezza dell'Essere. Ges—, il Cristo, con la Redenzione ci porta dall'Antisistema, dove tutto Š caduco, al Sistema, cioŠ dove non esiste pi— n‚ rinascita n‚ morte, bens la Vita Eterna, cioŠ nell'Increato,meglio nel non-manifesto nella Luce primordiale, da dove siamo pervenuti. Un grande merito lo ha oggi il Conte Lorenzo Mancini Spinucci, insigne studioso di parapsicologia, il quale possiede una ricchissima biblioteca e con tanto amore e dedizione ha documentato una casistica di fatti ed esperienze di natura parapsicologica. Trai pi— insigni e valorosi studiosi, ricordiamo sopratutto Ernesto BOZZANO, che ha dedicato tutta la sua vita allo studio di questa affascinante disciplina, scrivendo molti libri tra i quali ®La Crisi della Morte¯. Con le Essenze Spirituali esistono, in co-vibrazione secondo varie gamme astrali, altre Entit… mai incarnate, ed anche quelle dei defunti di vario grado spirituale, le quali si trovano in diverse dimensioni vibratorie secondo la legge che loro assegna, e il grado spirituale raggiunto nel corso della vita terrena nelle varie reincarnazioni. In merito consiglierei di leggere il libro di Francesco SIANO ®Il Mondo Animico¯, ®La Vita dopo la Morte¯, basato sulle principali tradizioni religiose (Bresci editore, Torino). Il mondo animico Š diversificato nei capitoli: ®Granaio Animico¯, e ®Palude della Stige¯. Il Granaio Animico funziona da polmone delle anime; qui esse sono in uno stato di sonno vibratorio, e in perfetta pace contemplativa di una luce che, dolcemente, le attrae, tanto da farle spesso dire, attraverso dei medium, alle famiglie che hanno perso i loro cari di lasciarli in pace, di non piangerli pi—, in quanto si trovano nella luce. Nella ®Palude della Stige¯, invece, le anime esperimentano il sogno animico, in estrema agitazione e sofferenze. Nello stato vibratorio del basso astrale, non mancano anche miriadi di larve, gusci astrali di persone che hanno espiato karmicamente vite dissolute, completamente negative, con attaccamento ancora alla terra, e che vagano intorno a noi, fintanto che la Legge Divina le convertir… definitivamente. Ecco perch‚ Š giusto che la Chiesa vieti le sedute spiritiche improvvisate solo per mera curiosit… dei presenti, in quanto, mancando un interesse spirituale di studio per la conoscenza, dette larve possono facilmente incorporarsi nel medium, nei presenti e nello stesso luogo dove avviene la seduta. In questa disciplina Š necessaria molta prudenza, ma non eccessiva, poich‚ Š pure giusto che le stesse Entit… di Luce di diverso grado Spirituale, diano conoscenze necessarie, che altrimenti non avremmo da altre fonti, salvo da Testi Sacri classici, ma che, purtroppo, nel tempo, per ragioni di interesse politico-religioso, hanno subito modifiche, vanificando la purezza originale delle stesse ispirazini profetiche. Vi Š anche un mondo eterico, parallelo e inglobato con il mondo astrale che, in unione con la natura biologica dell'uomo e di tutto il creato, svolge un compito importante, congiungendo l'astrale con i mondi superiori definiti del mentale, per passare al Piano Buddico o mondo intuitivo, fino al Piano Nirvanico (Atmico) o mondo spirituale. Salendo ancora di pi— nei piani rarefatti dello Spirito, si ha il Piano Mah…paranirvanico (Adi) o Mondo Divino. Questi sono i gradi dell'ascesa spirituale che, con l'evoluzione, dobbiamo raggiungere. Attualmente, una coppia di giovani francesi, Anne e Daniel MEUROIS-GIVAUDAN, in questi anni per missione karmica descrivono i loro sogni che vivono in astrale. Sono sogni reali, che, durante alcuni giorni, essi devono ricordare, perch‚ l'immagine degli stessi tende a scomparire, e, con successivi sogni, possono ricordare tutto ci• che Š, e come si svolge la vita in quelle dimensioni. I libri che hanno finora scritto sono: ®Le Vesti di Luce¯, ®Terra di Smeraldo¯, ®Racconti di un viaggiatore Astrale¯, ®L'Altro Volto di Ges—¯ ®memorie di un Esseno¯, ®Viaggio a Shambhalla¯, ®Le Strade di un tempo¯ e ®Incontro Lui¯ sono descrizioni di come Š composto l'astrale, dove sono tanti stati dell'Essere di quelle creature che vivono in dimensioni aspaziali e atemporali (Edizione Arista). Le facolt… oniriche o simili di questa singolare coppia dimostrano anora una volta, che cosa Š il mondo trascendentale, che Š tutto da scoprire, compreso il significato profondo di molti nostri sogni, e in chi sa quali dimensioni vissuti e rapportati a simbologie arcaiche impresse nella psiche.

Quando cominciano o quando finiscono le doti medianiche di un medium, nessuno pu• saperlo, in quanto per Leggi Divine, da archetipi gi… tracciati, tutto Š perfettamente programmato e, solamente in minima percentuale, il karma pu• essere modificato con il nostro libero arbitrio. Pertanto, la vita del medium deve ritenersi vita di missione, dedicata alla conoscenza della Verit…, con cui Entit… Spirituali elevate possono avere modo di comunicare dalle altre dimensioni i loro preziosi messaggi per una umanit… smarrita, e quindi per la stessa evoluzione spirituale. La vita del medium non Š certamente una vita facile, dovendo egli sacrificarsi per l'alto compito che la natura gli ha assegnato. Perci• Š da considerarsi prezioso il messaggio citato da Andrea ALBERTINI, quando dice al padre, dalla dimensione spirituale dove si trova: ®Guardate che la vita oltre la vita, Š una realt… pi— vera e pi— reale di tutte le realt…, sulle quali voi giocate l'intera vostra esistenza¯. Questa ultima frase dovrebbe fare riflettere sull'utilit… dell'opera dei medium, essendo essi intermediari tra la terra e il cielo: tra noi e Loro, che vedono la Luce di Dio, pi— vicina di quanto noi possiamo pensare; infatti spesso dicono di trovarsi nella Luce; luce ineffabile, che li attrae come fa un magnete. In questa mia introduzione Š doveroso fare un'altra precisazione, riguardante la salute fisica dei medium la quale, a mio parere, non Š compromessa, come pensano molti che danno pareri contari, considerando che i medium possono risentire dal punto di vista fisico immediato e futuro, o addirittura in una futura vita di reincarnazione, quando poi Š mia convinzione che la vita del medium sia proprio una missione senza rischi di sorta. Ne fa fede la longevit… di molti medium fra i quali Demofilo FIDANI, simbolo di alacre attivit…. Se, invece, si dovesse dire che Roberto SETTI, il noto Medium del Cerchio 77 di Firenze, sia morto ancora giovane per causa della sua medianit…, ci• non Š per nulla probante in quanto a tutte le et… si pu• morire, anche senza essere dei medium: ne parlano le statistiche. A proposito, trascrivo, integralmente, una parte del primo capitolo del libro Leslie Flinte ®Voci nel buio¯ � La mia vita di medium � Casa editriceAstrolabio. ®Malgrado una fanciullezza che darebbe degli incubi a qualsiasi psichiatra moderno, specializzato in bambini, o forse appunto per questo, ho raggiunto l'et… di 59 anni senza essere un nevrotico e senza nemmeno urlare nel sonno. Sono un uomo felice. Ho amici che mi danno grandi piaceri, hobbies che mi assorbono, e trovo soddisfazione a compiere il mio lavoro. Sono un medium. Posseggo il dono raro conosciuto sotto il nome di "voci dirette indipendenti". Non parlo in trance. Le voci dei defunti parlano direttamente ai loro amici e parenti, e si collocano nello spazio sopra la mia testa, leggermente a fianco. Sono voci obiettive, e le persone che le ascoltano possono registrarle sul loro registratore, e ascoltarle dopo nell'intimit… delle loro case. Alle volte quelli che parlano dell'aldil… della tomba riescono solo a mormorare, rauchi e affaticati; altre volte parlano chiaramente e correntemente con voce riconoscibile, per essere stata la loro durante la vita terrena. Anche dopo 35 anni della mia vita di medium non posso capire quali siano le condizioni che causano il variare di tale fenomeno. Quello che so, e quello che ho imparato di pi— sulla mia vita e sulla gente, e sui problemi umani, stando seduto nel buio, pi— di quello che avrei potuto imparare in qualsiasi altro modo. Ô quello che mi "hanno insegnato", sono le persone che, morte per questo mondo, vivono nell'altro¯. Quindi, come abbiamo constatato, essere medium, non implica nessun trauma. Il trauma invece lo paventano le persone o anche gli studiosi, che non si vogliono impegnare a fondo, e con un po' pi— di coraggio, potrebbero ottenere da queste esperienze meravigliose il bene per tutta l'umanit…, che ancora per certi versi brancola nel buio, anche se per molti illuminati studiosi c'Š la gratificazione di oggettivi risultati, che le stesse Entit… promuovono! Naturalmente i medium devono osservare delle precauzioni, in quanto, essendo dei canali pi— o men aperti, come dicevo sopra, secondo un proprio karma, devono spiritualizzarsi il pi— possibile, per essere dei mezzi ideali in cui le varie Entit… Spirituali e non altre, basse, possano entrare nella nostra dimensione vibrazionale. I medium, quindi, devono sentirsi privilegiati di essere dei prescelti per questa alta missione pur rimanendo umili mediatori delle Leggi Divine. Un'altra precisazione deve essere fatta nei confronti di coloro che dicono che il grado spirituale dei messaggi che le Entit… danno, utilizzando un determinato medium, deve essere proporzionato al comportamento, o allo stesso grado spirituale del medium, altrimenti il contenuto dei messaggi sarebbe vanificato. Sappiamo che la vita di molti Santi non Š stata esemplare, ma solo il tempo li ha maturati all'elevazione degli altari, e per il contenuto dei Loro messaggi, e per l'esempio che hanno dato, dopo tanti travagli spirituali. Quindi, come tutti noi, medium compresi, non siamo perfetti, ma perfettibili, e per tale ragione dobbiamo essere umili strumenti di Dio e delle Sue Leggi, quando siamo chiamati per una determinata missione.

  • ®Cristo e la Sua Legge¯, l'ultimo libro scritto da Pietro UBALDI, parla di Sistema e Antisistema.

L' ®Antisistema¯ Š tutto il mondo dell'illusione, per gli Indiani ®Maya¯. Anche se pu• sembrare meraviglioso, Š sempre comunque illusorio; Š l'ombra maestosa di Dio in ogni creatura, sia nel micro che nel macrocosmo, ma esso resta sempre e comunque un decadimento di natura vibratoria irreversibile, fin quando il TUTTO rientra nell'Increato, dove non esiste vibrazione alcuna, la stessa vibrazione lascia il posto all'immanenza, a quello che noi chiamiamo l'Essere. L'increato, o il non manifestato Š per gli Induisti: ®il Marmo non Scalfito¯; per l'UBALDI: ®Il SISTEMA¯; in ®Cristo e la Sua Legge¯ (Edizioni Mediterranee). Allan Kardek fu un grande studioso dei fenomeni paranormali, alcuni suoi volumi pi— noti sono: ®Il Libro degli Spiriti¯ e ®Le Manifestazioni Spiritiche¯. William JAMES, famoso in tutto il mondo per il suo lavoro pionieristico nel campo della filosofia e della parapsicologia, rivolse la sua mente alla questione della sopravvivenza dopo la morte, e si interess• ai presunti poteri dei medium con una mentalit… libera da pregiudizi intellettuali. Come studioso, credeva che la soluzione dell'enigma probabilmente si avesse inquadrando l'attenzione nell'esistenza oggettiva dei fenomeni, nell'esistenza di un ®continum¯ di Coscienza Cosmica, contro la quale la nostra individualit… non costruisce altro che barriere accidentali, e nel quale le nostre molte menti si immergono, come nel mare fecondo di un serbatoio. Dopo aver trascorso una giovineza soggetta a depressioni pi— o meno gravi, William JAMES scrisse: per me l'Universo cambi• totalmente. Egli divent• assistente di filosofia ad Harvard nel 1872, all'et… di 30 anni, e, per 35 anni, insegn• in quella Universit…, psicologia e filosofia, conseguendo fama e prestigio. Restano basiliari due Opere che scrisse per ognuna di queste discipline: ®Principi di Psicologia¯ e ®Saggi Pragmatici¯. Durante tutta la sua attivit… personale, James colleg• questa disciplina con elementi del soprannaturale nel suo continuo sforzo di comprendere. Anche, Friedrich JURGENSON, dette un contributo notevolissimo allo studio dei fenomeni parapsicologici. Invece, la signora Gabriella ALVISI, con il suo libro: ®Le Voci dei Viventi di Ieri¯, ha saputo dimostare, dopo la perdita della propria figlia Roberta, la reale esistenza nella dimensione delle anime, le quali, solo e sempre sotto l'aspetto vibratorio, hanno comunicato con lei, figlia compresa, tramite ascolto radio, in diverse frequenze, in ben seimila ore di registrazione, la realt… oggettiva del mondo ultraterreno esistente. La signora ALVISI precisa che non sono necessari poteri straordinari per ascoltare ®Le Voci¯, bastano una radio per captarle e un registratore per riascoltarle. La morte, quindi, non Š che un fragile diaframma, al di l… del quale ®viventi di ieri¯, continuano a vivere in un mondo spirituale, secondo i meriti spirituali acquisiti in vita. Il noto studioso di voci ascoltate per radio RAUDIVE, dimostr•, inconfutabilmente, la tipologia delle stesse Entit…, come e perch‚ entrando nella nostra dimensione possono parlare attraverso la radio. Per convincerci sempre di pi— che la branca della parapsicologia si estrinseca in tante maniere e, soprattutto, secondo il grado spirituale degli stessi studiosi, possiamo leggere un altro capitolo di una lezione di un'Entit… di Luce. Che dice: ®Vedete, ci• che si estrinseca in questa voce, ci• che viene emesso, ci• che viene donato in questa riunione, pu• sembrare improvvisato, in realt… Š frutto di accordi, di decisioni, di prese di coscienza da pi— parti, per rendere un unico filo di discorso, un unico dire che possa essere il pi— esplicito, semplice, interessante e necessario per quell'occasione e non per un'altra, per quelle persone e non per altre. Ecco, Š un lavoro che dura tanto tempo, quanto ne pu• passare da questa riunione alla prossima volta che ci incontreremo. Sapete, il dire Š frutto di una vibrazione interna, di una vibrazione cosmica, di una coscienza universale che degrada dalla sua purezza scendendo verso la materia sotto vari forme, attraverso vari piani, di sapere, di conocenza, di coscienza, fino a materializzarsi in ogni IO empirico pur riproducendo, il pi— possibile, quella fedelt… di vibrazione che l'aveva generato. La sorgente, quella coscienza cosmica, Š l, in quella dimensione spirituale, pronta per esser recepita da chi ne abbia le capacit…, le possibilit…¯. ®DA PI_ PARTI GIUNGONO GUIDE, AIUTI, E SI INIZIA A TRACCIARE UNA STRADA; UNA STRADA CHE SIA UN INSEGNAMENTO, CHE POSSA ESSERE UN AIUTO PER CHI CERCA, PER CHI VUOL CAPIRE QUAL'Ô LA VERIT…¯. Il prezioso contenuto delle frasi di questa lezione, non da alcun dubbio per come si estrinsecano i sapienti messaggi che provengono dal mondo dello Spirito e, quindi, da altre dimensioni. Questo contenuto amplia, di molto, le nostre vedute di quel mondo, che, a ben vedere, si estrinseca e si articola per gerarchie spirituali, le quali, secondo mansioni decretate per Leggi Divine, prendono decisioni secondo la nostra evoluzione, raggiunta, per un tipo di conoscenza, adatta ®ALLO STATO DEL NOSTRO SENTIRE¯. Come constatiamo, il mondo dello Spirito, dove risiedono i Maestri di Luce, secondo gradi vibratori, sono attivi, tanto che le Loro decisioni sono unicamente rivolte a darci, gradino per gradino, la conoscenza della Verit…, e una consapevolezza, sempre maggiore, dell'esistenza di Dio e delle Sue Leggi.

Continuando a passare in rassegna gli studiosi del passato per onorare il loro contributo alla conoscenza della parapsicologia Ernesto Bozzano come dicevo fu un grande studioso esperto di fenomeni paranormali, ed Š stato altrettanto illustre quanto modesto. La sua vita fu esemplare, e di eccezionale laborosit… e interamente dedicata allo studio. Fu un uomo di vasta cultura e, resosi conto dell'importanza della fenomenologia del paranormale, la sua vera conoscenza la ebbe anche attraverso la meditazione. La sua mente fu aperta a tutte le opinioni, a tutte le teorie, a tutte le tendenze, purch‚ i fatti rimanessero costantemente alla base di qualsiasi argomentazione formulata. Per lui erano le ®prove¯ della fenomenologia del paranormale che non mancava di dimostrare, anche se non si potr… avere mai una dimostrazione scientifica in senso tradizionale. Fu molto apprezzato per le sue ricerche, da Charles RICHET, e con lui stud• il paranormale. Essi dedicarono specialmente a classificare i fenomeni secondo una propria natura; cioŠ quando possono essere di natura spiritica o trascendentale, o di natura animica o psicobiodinamica. Il BOZZANO entr• anche nel misterioso mondo della telepatia e della psicometria; dalla chiarovveggenza alla precognizione. Non manc• di studiare anche la bilocazione, chiamata oggi OBE, alle infestazioni, e al poltergeist, nonch‚ al misterioso mondo degli animali e alla fenomenologia prodottasi presso i popoli primitivi. Questa fu una delle indagini pi— interessanti, compresa la vasta gamma della medianit… con le sue implicazioni, come le materializzazioni, gli apporti, le levitazioni e le voci dirette. La sua fu un'opera imponente, in quanto schedava e classificava migliaia di casi, ampliava la panoramica dei fenomeni che, alle volte, potevano apparire diversi, ma spesso risultavano strettamente collegati fra loro. La prima stesura dell'opera di Ernesto BOZZANO fu nel 1929, con il libro ®La Crisi della Morte¯ nelle descrizioni dei defunti comunicanti. L'ipotesi spiritica, per BOZZANO, significava che tutti i fenomeni paranormali, sono prodotti da ci• che definiamo ®spirito¯. J. B. RHINE, pure lui studioso attento dei fenomeni paranormali, concord• molto con Ernesto Bozzano, ed entrambi, dopo anni di sperimentazioni nel campo della ESP e della PK, definirono la mente ®un sistema extrafisico¯, giungendo a ritenere l'esistenza dell'anima sperimentalmente dimostrata. J. B. RHINE, psicologo, volle provare statisticamente l'esistenza dell'ESP, proseguendo le esperienze della moderna psicologia. Egli cerc• le prove dell'esistenza di una trans, e le notevoli capacit…, che chiamava, appunto, ®extrasensory perception¯, cioŠ: percezione extrasensoriale o PSI, la quale Š una percezione completamente indipendente dai nostri cinque sensi. I suoi studi si orientarono su telepatia, chiaroveggenza, precognizione e psicocinesi, fenomeni che sono interdipendenti. Per RHINE, queste quattro facolt… costituiscono il paranormale, che viene appunto indicato col termine PSI, scelto, appositamente, dalla 23a lettera dell'alfabeto greco, la quale lettera viene usata nelle equazioni scientifiche per indicare una quantit… sconosciuta. Per RHINE era molto importante questo tipo di ricerca, in quanto i fenomeni sfidavano leggi scientifiche conosciute. Sapeva che la storia ha dimostrato che le leggi scientifiche possono cambiare, e qui, quale autentico uomo di scienza, non poteva accettare il non comprendere l'accadimento di certi fenomeni. Nel 1937, RHINE scrisse: ®Nella storia di molti settori della ricerca, qualche fenomeno per lungo tempo non adeguatamente riconosciuto, Š stato, poi, la chiave di volta per importanti scoperte; la pietra, che una scienza frettolosa aveva trascurato, Š diventata, talvolta, la pietra angolare della struttura successiva¯. Un giorno RHINE si domand• se i metodi tradizionali della ricerca scientifica erano appropriati per esaminare i fenomeni paranormali. Lo stesso Sigmund Freud, nel 1921, disse: ®Se dovessi rivivere la mia vita, mi dedicherei a ricerche parapsicologiche, anzich‚ alla psicoanalisi¯. Thomas Edison, mente ingegnosa e creativa, anticip•, in qualche maniera gli esperimenti di Friedrich Jurgenson e Constantina Raudive, affermando di essere in grado di creare un congegno tanto sensibile da pemettere agli spiriti dei defunti di comunicare tramite esso con il mondo dei vivi. A un giornalista di Scientific American che aveva chiesto udienza, Edison disse: ®Non affermo che le nostre personalit… si trasferiscano in un'altra esistenza o in un'altra sfera. Non affermo niente, perch‚ non so niente. . . In quanto a questo nessun essere umano sa niente, per• afferm• la possibilit… di costruire un'apparecchiatura tanto sensibile che, se esistono personalit… in un'altra esistenza o sfera disponibili a mettersi in contatto con noi. . . ®POSSA DARE LORO ALMENO UN'OPPORTUNIT· MIGLIORE¯. Prima o poi, l'enigma insoluto della morte e dell'aldil… diverr… la preoccupazione di tutte le persone riflessive.

La convinzione che i vivi possono comunicare con i defunti, nacque ufficialmente il 31 marzo 1848 in un villino di Hydesville, nello Stato di New York, dalle sorelle Fox, divenute famose. Il periodo d'oro dello spiritismo dur• circa cinquant'anni. Il pi— straordinario medium dell'epoca fu Daniel Douglas HOME, nato in Scozia nel 1833. Home crebbe negli stati Uniti, ma divenne famoso, come medium, in Europa e, in particolare, in Inghilterra. Offr dimostrazioni inequivocabili della sua medianit…. Come si sa, secondo la Chiesa Cattolica, ogni uomo ha il proprio ®Angelo Custode¯ naturalmente, ogni medium ha il suo ®Spirito Guida¯. Per citarne uno, la medium Florence COOK, si serviva come Spirito Guida di Katie King. A proposito dello spiritismo, un giorno Pasteur disse: ®Non vi Š n‚ religione, n‚ filosofia, n‚ ateismo, n‚ materialismo, n‚ spiritualismo che possa opporsi alla forza dei fatti¯. Il filosofo francese Charles Richet, premio Nobel per aver scoperto il fenomeno dell'anafilassi; l'astronomo francese Camille Flammarion e il criminologo e psichiatra italiano Cesare Lombroso, studiosi dei fenomeni parapsicologi, contribuirono notevolmente anch'essi allo sviluppo di tali studi, considerando le implicazioni che lo spiritismo pu• dare alla stessa evoluzione spirituale dell'uomo, specialmente in questo scorcio di secolo. Verso la fine dell'ottocento, tuttavia, gli studiosi incominciarono ad interessarsi meno delle presunte comunicazioni con i defunti e, maggiormente, alla possibilit… che i fenomeni spiritici potessero essere manifestaziioni di poteri mentali inesplorati. Tuttavia, le facolt… dei medium sono tali che, nella trance essi conoscono delle cose che non potrebbero assolutamente aver appreso in stato di veglia. Per esempio, la medium Eusapia Paladino, fu scoperta dallo spiritista napoletano Enrico Damiani e, in seguito, studiata da ricercatori italiani, francesi, inglesi e statunitensi, che rimasero, di volta in volta, stupti dalla sua personalit… e dai fenomeni medianici da lei prodotti, anche se alle volte discutibili. Mentre alla medium Eileen J. GARRETT durante le sue sedute si manifestava il comadantante del dirigibile britannico R. 101 sul quale morirono 46 persone, che impart informazioni riguardo il disastro.

Prima di completare la rassegna degli studiosi e dei medium pi— noti, che hanno risvegliato l'interesse per la ricerca dei fenomeni parapsicologici, Š bene sapere quanto desiderio di conoscenza c'Š nella gente per questa affascinante disciplina. Vi furono sociologi americani Andrew GREELEY e William Mc READY molto noti per i loro studi. Nel 1937 vollero fare alcuni questionari per sapere quanti americani credevano nel paranormale. I due ricercatori furono letteralmente allibiti dalle risposte. Circa un quinto della popolazione americana asser di avere avuto frequenti esperienze paranormali. Il 15% della popolazione degli Stati Uniti, ossia 30 milioni di persone hanno, spesso, esperienze paranormali. La sensibilit… emotiva delle persone contribuisce, indubbiamente, all'incidenza dei fenomei PSI. Le esperienze paranormali si verificano, quindi, presso quelle persone che, per una combinazione di fattori sociali e personali, sviluppano un altissimo livello eccezionale di ®risonanza emozionale¯, cioŠ che si mettono in sintonia con l'ondeggiante campo adimensionale e aspaziale delle varie sfere vibrazionali di luci e colori.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale