FANDOM


Per Famiglie baronali romane si intendono le famiglie nobiliari che nel Medioevo ebbero una grande influenza politica a Roma, [1] molte volte subordinando la nomina dei Papi o la loro politica ai loro interessi, talvolta anche imponendone direttamente la nomina. Lo storico Sandro Carocci prende in particolare esame le famiglie che accentrarono il potere a partire dal secolo XII. L'elemento più evidente è dato dal quasi monopolio del tittolo di senatore. Fino al XII secolo a fianco della figura del pontefice, gli affari civili erano retti da un Senato di 50 membri, sostituiti poi da un unico Senatore Ma nel periodo tra il 1230 e il 1347 dei 168 senatori, 50 furono della famiglia Orsini, 28 Anniboldi, 24 Colonna, 17 Conti, 15 Savelli, 8 Stefaneschi, 5 Anguillara.[2]

Sempre secondo Caracci, a metà del secolo XIII erano 60 i castra in possesso delle principali famiglie baronali romane, al momento dell'elezione di papa Nicolò III della famiglia Orsini, erano diventati 100, e poi, a seguito di un succedersi di pontefici molto nepotisti , salirono fino a diventare 150. Dante Alighieri così si esprime sul nepotismo di Niccolò III.

« e veramente fui figliuol dell'orsa,
cupìdo sì per avanzar li orsatti,
che su l'avere, e qui me misi in borsa. »
(Dante Alighieri, Divina Commedia, Inferno, Canto XIX, 61)


Definizione Modifica

Il termine barone viene usato nell'espressione nel senso antico del termine Tale uso permase anche nel confinante regno di Napoli, fino alla congiura dei baroni il termine barone del regno indicava i più alti dignitari, superiori anche ai principi con feudi dei massimi dignitari o dei grandi feudatari del patrimonio di San Pietro, non in quello araldico moderno, dove occupa un posto relativamente modesto.

In seguito, nel corso del Cinquecento, si perse la cosuetudine di denominare tali famiglie come baronali e invalse la denominazione di Famiglie principesche romane, con l'attribuzione di nuovi titoli come quello di Principe Assistente al Soglio. Sin dal 1500 il titolo era riservato ai capi delle famiglie Orsini e Colonna, fino a che i nuovi tempi portarono alla modifica della funzione ed anche a un ristretto numero di illustri famiglie marchionali e patrizie romane coscritte - del titolo di Marchesi di baldacchino L'espressione nasce dal fatto che tradizionalmente a poche grandi famiglie marchionali romane assimilate a quelle principesche (Costaguti, Patrizi Naro Montoro, Sacchetti, Serlupi, Theodoli e ai conti Soderini) era riservato il privilegio di innalzare nei loro palazzi il baldacchino con sotto un tronetto dorato (rivolto verso il muro, in assenza del papa) per ricevere l'eventuale visita del Papa.

Lista Modifica

Le principali famiglie baronali romane, dall'inizio del Medioevo fino al Sacco di Roma del 1527, sono:

Bibliografia Modifica

-*Guerre e paci dei baroni romani

Collegamenti esterni Modifica

NoteModifica

  1. Carocci p.24
  2. [Carocci p. 36]

Fonti Modifica




Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale