Fandom

Nostradamus Wiki

Jean de Sponde

824pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi


Jean de Sponde, (Joanes Ezponda, in Basco) ([Mauléon], 1557 – [Bordeaux], 18 marzo 1595), è stato un poeta francese barocco.

BiografiaModifica

Proveniva da una famiglia legata alla corte Navarra, allevato in ambiente protestante e austero, essendo un allievo brillante, riceve da Jeanne d'Albret, madre di Enrico IV di Francia, una borsa di studio. Acquisisce una perfetta conoscenza del greco antico, e apprende la teleologia riformata.

Tuttavia si dedica alla letteratura profana: pubblica una edizione di Omero accompagnata da un commento in latino (Basilea, 1583) e compone delle poesie erotiche. A Basilea dal 1580, studia sotto la direzione di Théodore de Bèze. Enrico da Navarra gli dà un posto alla sua corte.

Nel 1582, legge i salmi e ne risulta profondamente segnato. La sua vita prende un orientamento religioso e scrive la sua opere maggiori: Méditations sur les psaumes e Essai de quelques poèmes chrétiens.


Rientrato in Navarra, si sposa nel 1583. Dal 1585, lavora come agente politico per il futuro Enrico IV con il quale continuerà la sua carriera politica. Imprigionato a Parigi una prima volta, poi in seguito Tours, si converte al cattolicesimo, seguendo l'esempio di Enrico IV. Questa conversione gli vale l'odio dei protestanti e d'Aubigné diventa suo nemico personale. Allora pubblica degli scritti per difendere la sua conversione. Muore a Bordeaux in povertà.

I suoi libri saranno distrutti dai protestanti per odio verso l'autore; i suoi scritti, marcati dal calvinismo, saranno rifiutati dai cattolici. Le sue opere rischiano quindi di scomparire. Tre secoli più tardi sono riscoperte da Alan Boase che restituisce alla letteratura un grande poeta.

OpereModifica

  • Méditations sur les psaumes 1588
  • Essai de quelques poèmes chrétiens con le stanze e i sonetti della morte. 1588
  • Les Stances sur la mort
  • Avertissement au roi 1589
  • Sonnets d'amour 1557-1595
  • Les sonnets sur la mort 1597
  • Les Amours 1598

BibliografiaModifica

  • Jean de Sponde, Poésies, Cailler, Les trésors de la littérature française, Genève, 1949.
  • Alan Boase, Vie de Jean de Sponde, Droz, Genève, 1977.
  • Jean de Sponde, Œuvres littéraires, a cura di Alan Boase, Droz, Genève, 1978.
  • Jean de Sponde, D'amour et de mort, poesie complete presentate da James Sacré, Éditions de la Différence, coll. « Orphée », Paris, 1989.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica




Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale