FANDOM


L'espressione "apostolo" deriva dal greco "apostolos". Apostolos è un sostantivo e il verbo corrispondente è apostello, ovvero "inviare". Un'altra espressione biblica che significa "inviare" è pempo, ma c'è una differenza importante tra le due. Apostello significa essere inviato con un particolare scopo o con una commissione mentre pempo si riferisce a colui che fa l'invio. Quando questo è fatto, " l'inviato ha pieni poteri ed è il rappresentante personale di colui lo invia. Gli antichi Greci usavano anche apostello di volta in volta per indicare mandati con l'autorizzazione divina. Il Nuovo Testamento usa apostolos per i dodici Apostoli scelti personalmente da Gesù . Sono quelli a noi più familiari, ma non sono gli unici. Almeno altri dodici sono chiamati col termine "apostolo" nel Nuovo Testamento, tra cui Andronico, Apollo, Barnabas, Epafrodito, Giacomo (fratello di Gesù), Giunia, Matthias, Paolo, Sila, Timoteo e altri due di cui non è specificato il nome.

Il dono spirituale dell'apostolatoModifica

Il dono spirituale dell'apostolato è talvolta confuso con l'ufficio di apostolo. L'ufficio di apostolo è stato ricoperto da un numero limitato di uomini scelti da Gesù, compresi i dodici discepoli (Marco 3,13-19) e Paolo (Romani 1:01). I requisiti per la carica di Apostolo includono l'essere un testimone fedele del ministero di Gesù ' e la Sua risurrezione (Atti 1:21-22; 1 Corinzi 09:01) e l'essere chiamati personalmente da Gesù (Galati 1:1). Gli Apostoli hanno ricevuto autorità da Gesù per fare molte cose tra cui stabilire chiese, scrivere le sacre scritture e compiere miracoli (Giovanni 14:26, 2 Pietro 3:15-16, 2 Corinzi 0:12).

Anche oggi ci sono esempi di apostoli ma con mandati diversi tra cui: piantare nuovi ministeri e chiese, andare in posti dove il Vangelo non è predicato, raggiungere nuove culture e stabilire chiese in ambienti difficili, suscitare e sviluppare leaders, chiamare e condurre pastori, e altro ancora. Gesù, dopo la Sua ascensione, ha dato alla chiesa diversi ministeri tra cui gli apostoli, i profeti, gli evangelisti, i pastori e i maestri (Efesini 4:7-12): questi rappresentano una categoria distinta di apostoli. Non hanno l'autorità di scrivere le Scritture come hanno fatto gli Apostoli originari. Essi hanno anche uno scopo diverso nel senso che operano all'interno della chiesa.

Gli attuali apostoli sono leader di leaders e ministri di ministri. Sono degli influenzatori, tipicamente imprenditoriali e sono in grado di assumersi dei rischi e di eseguire compiti difficili. I missionari, i fondatori di chiese, alcuni studiosi cristiani e leader istituzionali e quelli che portano più ministeri o chiese, spesso hanno il dono di apostolato. Vedi anche Efesini 4:11, I Corinzi 00:28,Atti 1:21-22, 1 Corinzi 9:1.

Le caratteristiche della chiesa fondata dagli apostoliModifica

La chiesa fondata dagli apostoli del primo secolo si basava sull'insegnamento, la koinonìa (cioè la comunione fraterna nei beni), la frazione del pane e le preghiere nel tempio. Questo tipo di comunione era molto forte e testimoniava dell'amore esistente tra i primi cristiani. Attraverso l'insegnamento gli apostoli rafforzavano la fede dei credenti (Abbiamo visto il Signore Gv 20,25). Altro aspetto di tale chiesa era la comunione dei beni e la frazione del pane: spezzavano il pane a casa (v. 46), ma non viene indicata la frequenza (ma cfr. 20,7). I cristiani, inoltre, frequentavano ancora il Tempio (2,46; 3,1; ecc..) ed erano perseveranti nell'adorazione e la lode.

Compiti degli ApostoliModifica

Gli apostoli ascoltano ciò che lo Spirito dice alle chiese. Alcune di queste rivelazioni arrivano direttamente a loro, mentre altre volte, le ricevono attraverso dei profeti. Portano avanti una visione che è basata sulla rivelazione che ricevono e iniziano così cose nuove. Dio usa gli apostoli per attivare le Sue benedizioni in altri (Rm 1,11). Definiscono strategie e trovano il modo di portare un progetto avanti nei suoi vari ambiti. Gli apostoli, inoltre, sono abili nel mettere le cose in ordine. Insieme con i profeti, portano avanti il fondamento biblico del Regno di Dio (Ef 2, 20). Inviano altri operai nell'opera del Signore. Sono in grado di portare un progetto avanti fino alla sua conclusione. Sono, inoltre, dei guerrieri. Gli Apostoli sono i generali dell'esercito di Dio. Gli Apostoli hanno, inoltre, una prospettiva a lungo raggio sui propositi di Dio e definiscono la leadership del futuro. Riconoscono e promuovono nuovi ministeri.

Fonti Modifica




Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale