FANDOM


L'Ondata di caldo del giugno 2007 è stato un evento meteo eccezionale, caratterizzato, in gran parte dell'Italia, da un'anomalia termica in positivo sensazionale, generalmente da record (almeno per il mese di giugno).

DescrizioneModifica

Dal 15 giugno 2007 in poi, l'anticiclone subtropicale africano comincia a farsi strada verso la penisola. L'ondata di calore non risulta particolarmente intensa, ma il 25 giugno, improvvisamente, la colonnina di mercurio si impenna sino a valori estremamente elevati. Sono stati battuti i seguenti record assoluti:

  • Stazione meteorologica di Foggia Amendola: +47,0 °C, temperatura più alta mai registrata, in Italia, da una stazione meteorologica ufficiale.
  • Stazione meteorologica di Marina di Ginosa: +43,6 °C.
  • Stazione meteorologica di Termoli: +41,6 °C.

A queste stazioni, va aggiunta quella di Bari Palese, dove si registrarono +45,5 °C, soglia mai toccata prima, ma superata dai +45,6 °C registrati, nello stesso luogo, un solo mese dopo (in occasione, appunto, dell'ondata di caldo del luglio 2007).

Le seguenti stazioni meteo, invece, hanno fatto registrare il record assoluto del mese di giugno, ma non quello assoluto:

  • Stazione meteorologica di Catania Sigonella: +44,2 °C.
  • Stazione meteorologica di Lecce Galatina e Stazione meteorologica di Palermo Boccadifalco: entrambe con +44,0 °C.
  • Stazione meteorologica di Messina: +43,4 °C.
  • Stazione meteorologica di Gioia del Colle: +41,4 °C.
  • Stazione meteorologica di Cozzo Spadaro: +40,4 °C.
  • Stazione meteorologica di Cagliari Elmas: +39,0 °C.
  • Stazione meteorologica di Guidonia: +38,4 °C.
  • Stazione meteorologica di Bonifati: +38,2 °C.

Nell'Italia settentrionale, nel frattempo, il caldo si fa sentire in modo molto attenuato, mantenendosi lontano da ogni tipo di record. In particolare, proprio nell'infuocato giorno 25 giugno, il Nord parve letteralmente staccato dal resto della penisola, con cielo terso e brezze tese di maestrale.

Negli entroterra di Sardegna e Sicilia, si verificarono escursioni termiche diurne di 25 gradi, od addirittura, di 30 gradi (fenomeno tipico delle forti avvezioni calde sahariane).

L'ondata di caldo termina ufficialmente il 26 giugno, quando le già citate correnti settentrionali, oltre a soffiare sul Settentrione, raggiungono anche il Centro ed il Meridione dell'Italia, portando cali termici considerevoli, con temperature nuovamente vicine alle medie del periodo.[1]

Cause del caldo storicoModifica

Diretto responsabile dell'ondata di caldo record fu, appunto, l'anticiclone nordafricano, divenuto, negli ultimi anni, sempre più protagonista delle estati mediterranee. In particolare, l'ondata di caldo del giugno 1982 rappresentò una pietra miliare nel verificarsi del dominio sahariano anche negli anni successivi, modificando, in maniera forse irreversibile, tutto lo scacchiere termico-barico europeo. Scacchiere precedente, perlomeno nel trimestre estivo, non ancora ripristinato.

Voci correlateModifica

FontiModifica

  1. http://www.meteogiornale.it/notizia/18243-1-giugno-2007-fornace-africana-con-caldo-record

Collegamenti esterniModifica




Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.