FANDOM


Stefano Ceratti (1937 – [Bianco], 7 aprile 1992) è stato un medico e politico italiano, vittima della 'Ndrangheta.

Biografia Modifica

Ceratti era un medico e svolgeva la professione a Bianco e Caraffa del Bianco, in quest'ultimo paesino si occupava anche di politica essendo segretario DC del comune e consigliere comunale in qualità di capogruppo di minoranza sempre nello stesso comune. La sua era un'attività incentrata al contrasto del malaffare politico-mafioso specie nel settore Appalti Pubblici, denunciava tutto il marciume sia in consiglio comunale che alla magistratura e al prefetto.

L'omicidioModifica

Ceratti viene ucciso il 7 aprile 1992 all'interno del suo ambulatorio a Bianco mentre visita un paziente; il killer entra nello studio medico e scarica un intero caricatore di pistola calibro 7,65 contro di lui[1].

Il processoModifica

Come esecutore materiale dell'omicidio viene accusato e condannato definitivamente Sergio Prezio, cosentino di Montalto Uffugo arrestato nel 2009 dai carabinieri di Locri su ordinanza del Giudice per le indagini preliminari in base alle richieste della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, condannato in primo grado nel 2010 dalla corte d'assise di Locri a 30 anni di reclusione sentenza confermata in appello e in Cassazione, secondo i giudici l'omicidio Ceratti è politico-mafioso perché il medico nella veste di politico dava fastidio agli interessi illeciti delle 'ndrine in particolar modo a quella dei Pelle di San Luca riconosciuti come i mandanti dell'omicidio[2].

Note Modifica

  1. http://www.stopndrangheta.it/stopndr/art.aspx?id=1585,Medico+assassinato+mentre+visita+un+paziente
  2. http://www.telejonio.com/-Furono-i-Pelle-Gambazza-di-S.-Luca-a-volere-la-morte-di-Stefano-Ceratti_id1578.html

Collegamenti esterniModifica




Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.