FANDOM


Troika è un termine usato, in ambito politico, per definire un triumvirato composto da istituzioni internazionali o stati a cui è affidato un compito in ambito economico.

Nella politica dell'Unione europeaModifica

Nel campo della politica dell'Unione europea e dell'economia dell'area Euro, è un termine metaforico usato per indicare il "triumvirato" composto da Commissione Europea, Banca Centrale Europea e Fondo Monetario Internazionale. Il termine, nato in ambito giornalistico nel 2011, in occasione degli interventi dei tre organismi volti alla risoluzione della crisi economica della Grecia [1], è successivamente penetrato nella pubblicistica politica ed economica internazionale[2], nella terminologia enciclopedica[3], e persino nei comunicati ufficiali del Parlamento europeo che, all'inizio del 2014, ha espresso dubbi in merito ai metodi di lavoro della Troika, avviando un'inchiesta formale.[4].

Opinioni e critiche Modifica

L'utilizzo di questo termine spesso sottintende un giudizio critico verso le teorie economiche neoliberiste di cui la troika si farebbe portatrice e garante.

Il "triumvirato", secondo tale prospettiva sociologica, sarebbe alla base di molte delle scelte economiche avvenute negli anni in Europa (secondo una logica in parte mutuata da approcci applicati anche negli Stati Uniti) che possono esser fatte rientrare in quel quadro di condotta politico-economica che giornalisticamente viene definito di "austerity".

  • Il sociologo Luciano Gallino si esprime in termini estremamente critici sulla Troika inserendola tra gli attori attivi e forti di quel generale panorama che lo studioso definisce autoritarismo emergenziale, basato, secondo l'autore, su un'emergenza interpretata dai governi dell'Unione europea in modo fazioso in quanto farebbe risalire i disastri bancari e finanziari realmente avvenuti a cause in larga parte fittizie (il cosiddetto "debito eccessivo dei bilanci pubblici")[5]
  • Sulla ingerenza della Troika si è espresso anche Mario Monti, il quale ha sottolineato come, nei paesi incapaci di riportare in regola i conti, le procedure di salvataggio prevedano aiuti esterni di quella tipologia che, in genere, si accompagna all'arrivo dei rappresentanti della "troika", che si traduce in "una presenza molto intrusiva e di fatto una cessione di sovranità asimmetrica".[6]
  • Ricorre al termine/concetto della Troika, nelle sue analisi, Roland Erne, ricercatore all'University College Dublin, studioso di dinamiche sindacali e occupazionali su scala transnazionale. Nel suo Le relazioni industriali europee dopo la crisi. Verso un interventismo regolatorio post-democratico?[7] il riferimento alla Troika è forte e molto critico.
  • Un resoconto brevemente analitico dei significati acquisiti dal termine Troika, nell'accezione appunto critica della sociologia economica, è stato fatto da Bruno Amoroso (economista allievo di Federico Caffè, presidente del Centro studi Federico Caffè e da agosto 2013 nominato direttore del Dipartimento Economia del Centro Studi Eurispes[8] ) per RaiEdu nel report La Troika e i sicari dell`economia globale[9]. La spiegazione di Amoroso avveniva come presentazione al suo volume del 2013, Figli di Troika[10]

Nel G20Modifica

Nel G20 la troika è un organo istituzionale della stessa ed è costituita dal Presidente del Paese che detiene la presidenza, da colui che la deterrà successivamente e da quello dell'anno precedente.[11]

NoteModifica

  1. Il Sole240re, 10 maggio 2011; La Repubblica, 1 ottobre 2011; Corriere della sera, 28 settembre 2011
  2. Articoli e libri su Worldcat
  3. (in inglese) euro zone debt crisis dall'Enciclopedia Britannica
  4. Notiziario del Parlamento europeo; La Troika finisce sotto indagine al Parlamento europeo, "La Repubblica", 16 gennaio 2014
  5. "I governi Ue hanno [...] posto in opera, al fine di ottenere che la classe da essi rappresentata possa proseguire senza troppi ostacoli la distribuzione dal basso in alto, due strategie che si sono rivelate negli anni post-2010 assai efficaci. La prima è consistita [...] nel camuffare la crisi come se questa volta non avesse origini nel sistema bancario, bensì fosse dovuta al debito eccessivo degli Stati, provocato a loro dire dall'eccessiva spesa sociale. In secondo luogo, nella previsione che tale schema interpretativo non fosse sufficiente per tenere mogi i cittadini, hanno imboccato la strada dell'autoritarismo emergenziale. Così come in caso di guerra non si tengono elezioni per stabilire chi e come debba razionare i viveri, di fronte all'emergenza denominata "debito eccessivo dei bilanci pubblici" le misure da intraprendere per sopravvivere sono concepite da ristretti organi centrali: a partire dal Consiglio europeo, formato dai capi di Stato o di governo degli Stati membri. Ai suoi lavori collaborano la Commissione europea (il cui presidente fa parte del Consiglio). Inoltre godono dell'apporto esterno del Fondo Monetario Internazionale (FMI). Le misure da prendere sono poi messe a punto dalla Troika costituita da Commissione, BCE e FMI e inviate ai rispettivi Parlamenti per l'approvazione. Così è avvenuto per molti documenti: il memorandum inviato alla Grecia; il pacchetto di misure - mirate espressamente a smantellare lo stato sociale- chiamato euro plus; il cosiddetto 'patto fiscale' ovvero Trattato sulla stabilità ecc.; la creazione del Meccanismo europeo di stabilità. Essendo l'approvazione 'chiesta dall'Europa', i Parlamenti obbediscono, come è costretto a fare un organo politico in situazioni di emergenza. Sono i governi a comandare". Luciano Gallino, Il colpo di stato di banche e governi. L'attacco alla democrazia in Europa, Torino, Einaudi, 2013, pp. 16-17 (Introduzione al volume)
  6. Mario Monti, Le parole e i fatti, Milano, Rizzoli, 2012, p. 31
  7. Le relazioni industriali europee dopo la crisi. Verso un interventismo regolatorio post-democratico?
  8. Amoroso, nuovo direttore del Dipartimento Economia del Centro Studi Eurispes
  9. La Troika e i sicari dell`economia globale
  10. Figli di Troika, Castelvecchi Editore, 2013. ISBN 978-88-7615-973-2.
  11. www.dt.tesoro.it

Voci correlate Modifica

Fonti Modifica




Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale